Contatta AltairSystem per una dimostrazione  +39 393 9330906 info@altairsystem.it | info.altairsystem@gmail.com

PRP in ortopedia e medicina rigenerativa

3E PRP ad alta concentrazione, puro al 100%, autologo il sistema più innovativo, con una struttura appositamente studiata per una separazione selettiva per ottenere massima concentrazione ad alta capacità rigenerativa a circuito chiuso, che rende esponenziale la naturale capacità rigenerativa delle cellule.

Tale emoderivato viene impiegato in medicina per moltissimi scopi e con grandissimo successo.
La nuova terapia per la cura dell’artrosi e delle lesioni tendinee, muscolari e legamentose

  • autologo
  • naturale
  • nessuna allergia
  • nessun rigetto
  • nessun effetto collaterale

Puro al 100%: il sistema più innovativo, a circuito completamente chiuso, a norma di legge, con una struttura appositamente studiata per ottenere la massima concentrazione di fattori di crescita ed alta capacità rigenerativa. Basta un semplice prelievo di sangue, chiedi al tuo medico!

Le lesioni muscolari sono tra i più comuni traumi in medicina dello sport: costituiscono dal 10% al 30% di tutti gli infortuni sportivi.

PRP: Una scienza, diversa posologia, diverse configurazioni

Il trattamento emoderivato autologo a base di concentrato piastrinico può essere eseguito con alcune varianti che possono essere indicate a seconda dello specifico problema da trattare. Dal volume prelevato di 20cc di sangue si ottiene circa 3 cc di PRP ad alta densità piastrinica, pronto per l’impiego nella zona interessata.

  • Prelievo ematico 20cc circa 3 cc di PRP ad alta densità piastrinica - Ottimo stimolo rigenerativo
  • Prelievo ematico 40cc, 6cc di PRP ad alta densità piastrinica - Ottimo stimolo rigenerativo esteso
  •  Prelievo ematico 20cc circa 1,2/1,4 di Buffy Coat super concentrato - Massima vitalità rigenerativa
  •  Prelievo ematico 40cc, 2.4/2.8 cc di Buffy Coat super concentrato - Massima vitalità rigenerativa estesa

Buffy Coat: estrazione del concentrato piastrinico

Buffy Coat: estrazione del concentrato piastrinico

Questo è un passaggio molto delicato per il gel piastrino; il prelievo del gel dal kit non avviene tramite l’utilizzo di un ago che oltre a lisare le piastrine potrebbe anche aspirare le impurità dal fondo del kit; il PRP entra direttamente nella siringa senza ago, fissata all’estremità superiore del kit.

IL KIT- 3E PRP Sistema Buffy Coat non contiene silicone micronizzato.

Centrifuga per la produzione di PRP e di cellule staminali dal grasso

Centrifuga per la produzione di PRP e di cellule staminali dal grasso

La qualità della centrifuga non è un’opzione, è la base da cui partire, si può utilizzare un ottimo kit, ma su una centrifuga che non ha determinate caratteristiche, c’è comunque un’alta possibilità di non ottenere il miglior concentrato che quel tipo di Kit può produrre se utilizzato con la centrifuga adeguata e viceversa.
Per cui è di fondamentale importanza il tipo di centrifuga che si sceglierà per la produzione del PRP, oltre al tipo di certificazione che deve essere di dispositivo medicale di Classe IIA e non una certificazione da laboratorio, come richiesto dalla normativa 2 novembre.

Abbrevia i tempi di recupero e migliora la funzionalità negli atleti

Negli ultimi tempi questo trattamento ha acquisito una popolarità crescente tra gli atleti professionisti di svariati sport che cercano di evitare periodi prolungati di recupero o l’intervento chirurgico. Tiger Woods, Peyton Manning, Kobe Bryant e Rafael Nadal, per citarne alcuni, sono solo alcune superstar dello sport che negli ultimi anni si sono sottoposti alla terapia con PRP.

Come guarire rapidamente e definitivamente da una fastidiosa epicondilite o da una tendinite Achillea cronica, da una tendinopatia della cuffia dei rotatori o da una fascite plantare? Come recuperare celermente da uno strappo muscolare? Come ridurre il dolore e migliorare la funzione di un’articolazione artrosica, ginocchio, caviglia, anca o spalla?

Oggi la risposta terapeutica arriva dalla medicina rigenerativa, in particolare dal trattamento con PRP (Plasma Ricco di Piastrine): un efficace trattamento in grado di stimolare ed accelerare la guarigione e la rigenerazione dei tessuti, stimolando anche la proliferazione delle cellule staminali .

In che cosa consiste il trattamento con 3E PRP?

Il paziente è sottoposto ad un piccolo prelievo di sangue (18 cc), il quale viene successivamente inserito nel KIT 3E PRP AD ALTA CONCENTRAZIONE, che viene poi introdotto nella centrifuga dedicata soft start/stop che separa le piastrine dalle altre componenti del sangue, ottenendo un concentrato piastrino ricco di fattori di crescita altamente vitali; questo concentrato viene estratto dal kit, non con un ago che potrebbe far perdere dei fattori di crescita ed aspirare anche impurità dal fondo del kit (come succede con le semplici provette) ma attraverso la tecnica push-up, senza ago e senza aspirazione. Il concentrato viene poi iniettato nel distretto patologico (ginocchio, spalla, caviglia, anca, tendine, muscolo o legamento), all’interno del quale vengono rilasciati i fattori di crescita; essi sono in grado di stimolare in maniera del tutto naturale e selettiva la rigenerazione e la guarigione del tessuto lesionato, richiamando le cellule staminali mesenchimali adulte. L’azione del PRP è dovuta a un lento e continuo rilascio dei fattori di crescita presenti in abbondanza nei granuli piastrinici.
I fattori di crescita sono proteine che hanno un ruolo chiave nei complessi processi di riparazione e rigenerazione tissutale, stimolando l’angiogenesi, la chemiotassi dei macrofagi, la proliferazione e la migrazione dei fibroblasti, la sintesi del collagene e la mitosi delle cellule staminali presenti nei tessuti.

È un trattamento sicuro?

Si tratta di un concentrato piastrinico di sangue autologo, ovvero del paziente stesso. È comunque necessaria una valutazione specialistica ortopedica per accertare l’idoneità e l’indicazione al trattamento; inoltre, nei sei giorni precedenti al trattamento del PRP, non è consentito: usare farmaci antinfiammatori (aspirina e Fans e trattamenti cortisonici) e fumare. La WADA (World Anti-Doping Agency) nel 2011 ha tolto tale terapia dalla lista dei metodi e delle sostanze proibite; il PRP è l’opzione migliore rispetto alle altre terapie, perché ci permette un recupero più rapido e più efficiente, sottolineando poi che l’uso di corticosteroidi è rischioso per gli atleti professionisti, in quanto potrebbe provocare alterazioni dei test anti-doping.
Pertanto l’infiltrazione di 3E PRP può essere anche una buona alternativa terapeutica per il trattamento della tendinopatia del tendine di Achille e di quello rotuleo negli atleti.
L’attuale trattamento per le malattie degenerative di questi tendini dipende dalla gravità della lesione, dall’età e dal grado di attività del paziente e le opzioni terapeutiche comuni comprendono solo la terapia fisica, i corticosteroidi e la chirurgia.

Che cosa rappresenta il trattamento 3E PRP?

Il 3E PRP rappresenta, oggigiorno, una valida metodica terapeutica in grado di contrastare efficacemente i processi degenerativi artrosici e tendinosici, permettendo al paziente di poter eliminare o allontanare nel tempo il ricorso a interventi chirurgici più importanti.

Cosa si deve fare dopo l’infiltrazione con 3E PRP? È dolorosa?

È consigliato al paziente di mantenere un moderato movimento dell’articolazione o del tendine interessato per una durata di 24/48 ore; è prevedibile avvertire un po’ di dolore nel sito d’interesse nei giorni successivi, che può essere attenuato con la semplice applicazione di ghiaccio a cicli, localmente.
L’infiltrazione in sé non è una procedura dolorosa, tuttavia quando viene effettuata nei tendini e nei muscoli può essere preceduta da un’anestesia locale; il paziente, comunque, non ha bisogno di essere accompagnato e già dopo pochi minuti dal trattamento è in grado di muoversi autonomamente.

Quali sono le indicazioni al trattamento PRP?

Artrosi di ginocchio, caviglia, spalla e anca in fase iniziale-intermedia; tendinopatie croniche, epicondilite (gomito del tennista), epitrocleite (gomito del golfista), fascite plantare, tendinite achillea, tendinite rotulea, tendinite trocanterica (periartrite d’anca), pubalgia e periartrite di spalla; lesioni legamentose del ginocchio (legamento collaterale interno ed esterno) e della caviglia e lesioni muscolari di varia entità.

Quante infiltrazioni sono necessarie?

Sarà lo specialista, determinando l’entità della lesione, a prescrivere la quantità d’infiltrazioni necessarie e il protocollo da seguire; solitamente si eseguono tre sedute a distanza di otto giorni, al massimo quindici giorni; due sedute a distanza di tre-quattro mesi e poi si valuteranno, se sarà necessario, fare un’infiltrazione una volta all’anno di mantenimento.

A chi rivolgersi per tale procedura?

Sul mercato esistono differenti sistemi ma non tutti riescono ad ottenere un concentrato altamente vitale ed è proprio per questo che bisogna rivolgersi a centri certificati e controllati, che si avvalgono delle tecnologie di ultima generazione, come il Sistema 3E PRP, in grado di garantire al paziente la massima efficacia terapeutica.

Normativa sanitaria su PRP

Normativa sanitaria su PRP

La legge europea e quella italiana prevedono una regolamentazione ben precisa per l’uso della tecnica del PRP e del PRGF in qualsiasi campo della medicina. La legge italiana sull’uso del sangue, degli emoderivati e degli emocomponenti è attualmente regolata dal decreto 2/11/2015. La normativa è molto specifica e segue regole precise di comportamento, stabilendo una serie di norme in termini di utilizzo e di sicurezza.

ALTAIR SYSTEM SAS

Via Leoni, 34 36100 Vicenza (VI)
P.IVA 04115550248 | C.F. 04115550248
Telefono: +39 3939330906 whatsapp ico
Fax: 0444300899

Chiedici maggiori informazioni

Inserisci il tuo nome e cognome.
Inserisci il tuo codice di identificazione medico
Inserisci il tuo indirizzo email o un numero telefonico per essere contattato
Valore non valido

qualità

QUALITÀ

Collaboriamo esclusivamente con aziende internazionali, specializzate nello sviluppo di dispositivi medicali di alta qualità e nello sviluppo di biomateriali, con Sistema Qualità Certificato secondo le norme ISO 9000 o GMP e alle normative tecniche applicabili e alla direttiva CEE 93/42 per la rigenerazione.

noleggio

MISSIONE

Ci occupiamo della formazione dei Medici per il corretto utilizzo dei nostri prodotti, attraverso dei mini-corsi durante i quali si approfondiscono le tecniche e si confrontano i trattamenti che offre il mercato. Dedichiamo ampio spazio alla parte pratica e supportiamo le attività di marketing su stampa e sul web.

compartecipazione

VISIONE

Siamo dell’idea che il fattore critico di successo sia l'innovazione, la continua attenzione ai mercati, la qualità abbinata ad un prezzo equo e competitivo. Abbiamo la soluzione per ogni esigenza e aiutiamo i medici ad offrire ai propri pazienti trattamenti personalizzati e completi.